I veleni animali possiedono una varietà di tossine / proteine ​​/ peptidi che agiscono come inibitori del canale ionico e mirano a processi fisiologici vitali. I peptidi della tossina isolati dall’ape del miele, dalla vespa e dallo scorpione mostrano il legame della membrana, l’inibizione della crescita e le forti proprietà citolitiche. Questi inibiscono anche l’angiogenesi e inducono l’apoptosi caspasi-dipendente nelle cellule di melanoma attraverso l’intrinseca via mitocondriale che protegge gli animali sperimentali dallo sviluppo del tumore. Questi peptidi della tossina esercitano effetti citotossici sulle cellule tumorali orali umane inducendo l’apoptosi attraverso una via apoptotica intrinseca p53-dipendente. Questi possono essere usati come agenti terapeutici del cancro caricandoli in liposomi. Ciò ha portato ad aumentare la loro specificità bersaglio contro le cellule tumorali, a ridurre la sopravvivenza delle cellule e a produrre specie reattive dell’ossigeno reattivo (ROS) e aumenta il numero di cellule apoptotiche. Inoltre, le tossine aumentano l’arricchimento di G0 / G1 dopo il trattamento delle cellule tumorali. Inoltre, i veleni incapsulati di api, vespe e scorpioni esercitano un potente effetto anti-cancro su molte linee di cellule tumorali.

A seguito di piccole modifiche chimiche, le tossine degli animali potrebbero aumentare la selettività, mostrare una maggiore specificità dell’obiettivo e minori effetti tossici a causa dell’ottimizzazione della carica. Dopo il loro miglioramento mostrano superiorità rispetto ai farmaci chimici convenzionali come un aumento della carica netta del peptide, la sua idrofobicità, anionicità e fluidità delle membrane cellulari bersaglio. Principalmente impartisce effetto attraverso l’interazione biofisica con la membrana cellulare bersaglio. I peptidi della tossina sono i migliori candidati in quanto mirano selettivamente ai gliomi maligni e svolgono un ruolo significativo nell’immunoterapia GBM. Le tossine / i veleni del veleno sono buone fonti naturali di composti / molecole che potrebbero fungere da prototipo o modello che può essere utilizzato per lo sviluppo di nuovi agenti terapeutici e migliori strumenti per la diagnosi non solo del cancro ma anche di altri

Scarica l’articolo completo in PDF:https://associazioneamon.it/wp-content/uploads/2019/05/ARTICOLO-JUNIPER-2018-.pdf